Antares 5000

Antares 5000 si presenta come un sistema microfotovoltaico modulare a spina, o anche detto fotovoltaico “plug and play”. Dispositivo fotovoltaico, comprensivo di inverter sistemi di sicurezza, cavo e spina schuko controllo elettronico delle attività con display si collega direttamente all’impianto elettrico, usando una normale presa domestica.

È posizionabile ovunque, dal tetto al balcone.

È modulare e autonomo, produce energia solare a km zero senza richiedere permessi di alcun tipo, infatti è sufficiente dichiararne solo l’utilizzo al distributore di Rete competente.

I pannelli solari possono essere installati alla ringhiera dei balconi o sul tetto della tua abitazione o altre situazioni disponibili alla installazione.

L’elettricità auto generata viene immessa direttamente nella presa ed è quindi disponibile in tutto l’appartamento

Antares 5000 si può installare in giornata senza modificare la struttura di casa.L’installazione sarà effettuata da un nostro tecnico specializzato. 

 

SCHEDA TECNICA
Categoria:

Descrizione

L’energia prodotto da Antares 5000 viene immessa nel circuito domestico, tramite una normale presa monofase da 220 vol, o meglio definita Plug & Play, pertanto utilizzabile in sicurezza come un comune elettrodomestico “Dispenser di Energia” spesso confuso come un impianto fotovoltaico tradizionale ma si differenzia per le sue caratteristiche:

Microfotovoltaico con presa monofase da 220v è svincolato da qualsiasi richiesta e/o permesso alle autorità comunali competenti in urbanistica e edilizia privata, pertanto perfettamente idoneo a essere utilizzato anche in parti comuni condominiali, strutture commerciali stagionali, chioschi ed edicole, spingendosi nell’ architettonico dell’edificio, come le balaustre dei balconi.

La sua prerogativa principale è quella di compensare i consumi in atto, frenando nelle ore diurne gli acquisti di elettricità. Viene attivato dall’utente stesso, solo inserendo la spina in dotazione in una comune presa domestica da 220v e non si deve richiedere nessuna autorizzazione alle società fornitori di energia elettrica, in quanto conforme alle specifiche tecniche in materia di connessioni attive e in deroga come da Regolamento EU RFG di cui agli aggiornamenti della stessa

CEI 0.21 del 17 aprile 2019 ad esclusione della sua tracciabilità, presso l’anagrafe nazionale impianti di TERNA assolta con una semplice comunicazione on-line sul portale del Distributore di energia elettrica.

è che lo scambio con la rete avviene attraverso una presa monofase da 220 volt, senza necessità di lavori di modifica al sistema elettrico o alla sua estensione, purché esista una presa dedicata.

Il dispositivo microfotovoltaico a spina Antares 5000 è modulare e autonomo, per seguire le esigenze dell’utente in materia di superficie disponibile e/o potenza richiesta oppure per acquisti frazionati nel tempo, compensando a bilancio, il fabbisogno elettrico di molteplici elettrodomestici.

La conversione di energia elettrica, da fonte solare, segue costantemente le stagioni e la meteorologia, con risultati variabili, ma anni di rapporti consuntivi, confermano che ogni unità base Antares 5000 produce da 230 a 300 kWh. anno con valori certi e garantiti.

Le opzioni possono prevedere uscite CC per un regolatore di carica e l’accumulatore per sopperire temporaneamente al servizio elettrico pubblico o per fronteggiare, sempre meno rare, emergenze da Black Out.

Il dispositivo microfotovoltaico con presa da 220v Antares 5000 si presenta economico e pronto all’uso.

Per l’installazione, puoi scegliere tra due staffe per posizionare il tuo impianto a terra o una guida per il montaggio a muro.

Da tener conto inoltre del rendimento, sicuramente più basso se il pannello verrà installato ad esempio in verticale sul balcone. Ricordiamo infatti che i raggi devono colpire perpendicolarmente il pannello per avere maggior rendimento e che l’ideale sarebbe avere una falda inclinata a sud.

Al momento per questo intervento è possibile ottenere la detrazione del 50% della spesa dall’Irpef in 10 anni, con la voce “interventi per il conseguimento di risparmio energetico”.

Rispetto a un fotovoltaico tradizionale, il microfotovoltaico ha una taglia notevolmente ridotta. Consente, infatti, la produzione di un massimo di 350kWh/annui (contro i 3mila kWh/annui installati in un comune contatore a servizio di un’unità immobiliare).

E’ possibile avere su richiesta pannelli personalizzati per colore in base al proprio posizionamento del pannello.

Il pannello è unico (un impianto fotovoltaico di questo tipo può averne fino a 6 per fase, max 3 Kw monofase), viene in genere posizionato su un tetto (ma può anche essere inserito in facciata o su un balcone, a patto che non ci siano incompatibilità sotto l’aspetto del decoro urbano).

Il risparmio che si ottiene con l’utilizzo del microfotovoltaico Antares 5000 è del 10/30 % sulla energia elettrica.

Il microfotovoltaico può essere portato in detrazione (anche senza lavori di muratura)con la possibilità di installare una solo dispositivo per unità immobiliare per ottenere la detrazione.

Inoltre più Antares 5000 possono essere collegati in parallelo per produrre più energia ed abbassare ulteriormente i consumi ed essere correlati da eventuali batterie di accumulo notturno.

Si tratta di una semplice tecnologia al servizio degli utenti,

che per innumerevoli motivi non possono avvicinarsi ai dispositivi tradizionali di generazione elettrica, ma ambiscono a ritrovare una sana autonomia nel rispetto dell’ambiente e del portafoglio grazie a un sistema microfotovoltaico plug and play, a spina, quindi connetti e produci.

Un’ottima soluzione per fare efficienza energetica, innanzitutto, risparmiando sulla bolletta mediante la produzione di energia solare con una spesa contenuta senza necessità di richiedere autorizzazioni e poter sostenere i consumi di casa, contando su un impianto relativamente semplice e alla portata di tutti.

Sicurezza

La prima accensione deve essere fatta dal tecnico autorizzato all’installazione.

Il mancato rispetto di questa precauzione può causare lesioni gravi, danni materiali e/o scosse elettriche.

  • Usa il microfotovoltaico SOLO connesso a questa apparecchiatura,
  • Non superare la tensione dei pannelli microfotovoltaici oltre la massima tensione di ingresso dell’inverter,
  • Non superare la potenza dei pannelli microfotovoltaici oltre la massima potenza di ingresso dell’inverter,
  • Gli impulsi di tensione CC vengono passati attraverso questa apparecchiatura, ogni circuito deve essere scollegato individualmente prima della manutenzione, Non coprire altri elementi su questa apparecchiatura Non rimuovere il coperchio, la manutenzione deve essere eseguita da personale qualificato
  • Quando il pannello microfotovoltaico è esposto alla luce esso fornisce tensione CC
  • L’inverter deve essere protetto da pioggia diretta